19. San Salvador de Jujuy – Purmamarca – Cuesta de Lipan – Susques – Paso de Jama

Dopo aver portato la bici oltre i 4.000 metri (con salite di 30 km con un 7% di pendenza costante), affrontato stramaledetti ed insistenti venti di 80-90 km/h, esserci risvegliati a temperature glaciali senza vedere un valore positivo nel termometro per l’intera giornata, dobbiamo dire che si inizia ad essere stanchi, mentalmente e fisicamente. Un’esperienza del genere non è cosa da tutti: è davvero dura, iniziamo a renderci conto di quanto sia incredibile e straordinario quello che stiamo facendo. Quando la gente a casa la definiva una lunga vacanza si sbagliava di grosso: nella vacanza ci si riposa, ci si rilassa; qui è tutto il contrario, tornare a lavorare sarebbe una vacanza.

Ma a questo punto una domanda sorge spontanea: “e allora perché lo fate?” Di ragioni ce ne sono tante: perché adoriamo viaggiare, scoprire posti nuovi, confrontarci con culture e situazioni diverse che non abbiano nulla di routinario o “normale”, perché la mente si stava appiattendo e qui deve continuamente confrontarsi con stimoli diversi, perché finalmente torniamo a svegliarci la mattina e a non sapere quello che ci capiterà nella giornata, perché il cielo è azzurro e possiamo respirare l’aria, guardarci attorno senza che vi sia uno schermo o una finestra a fare da tramite, perché ora a Pasqua potremo gustare la tranquillità di un pranzo seduti comodamente attorno ad una tavola, perché scalare oltre 4.000 metri è maledettamente duro, ma la soddisfazione di guardare il mondo dall’alto in basso, una volta giunti in cima, fa dimenticare tutta la fatica profusa per arrivarci e lascia assaporare appieno la soddisfazione del momento.
Perché era giunta l’ora di mettersi in gioco, di guardarsi dentro fino in fondo e di capire quanto veramente valessimo, quanto eravamo davvero forti.
Perché “è quando tutti i giorni diventano uguali che non ci si accorge più delle cose belle che accadono nella vita ogniqualvolta il sole attraversa il cielo”.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s